” SA VIA CRUCIS, in dialetto Campidanese, cumenti si cantat a Deximeputzu – Una cronistoria ricostruita da Luigi Orrù

                    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una “VIA CRUCIS” fatta e cucita in casa, recuperando fogli dal quaderno con copertina nera che serviva po comprai a fidu e pagai a s’arragotta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Video-0007

 

Deximeputzu su 6 de marzu de s’annu 1953  –  Sac. Dott. LUIGINU  CHERCHI

Vicariu  de  Deximeputzu

Firmava così il libretto da lui fatto stampare, e durante il suo ministero parrocchiale si facevano due edizioni della Via Crucis, quella della GIAC e quella in sardo.

Via  Crucis  GIAC  –  Ogni anno si svolgeva un tema; le stazioni venivano presentate dai giovani di A.C.   con qualche.. raro.. rappresentante del Centro Diocesano; un anno per diverse stazioni partecipò anche la G.F.

Le stazioni (coi quadri) si facevano così:  I° piazza Chiesa; 2° Mameli Maria; 3° Ena Virgilio fu Raffaele; 4° Collu Licu; 5° Furcas Antonio; 6° Soddu Vitale; 7° Basciu Vincenzo; 8° Deplano Nino; 9° Meloni Raffaele; 10° Mereu Luigino; 11° Ena Raimondo; 12° Ena Virgilio fu Francesco; 13° Ena Eugenio fu Luigi;      14° Piazza Chiesa.

VIA  CRUCIS  in sardo (con i libretti stampati), si faceva il venerdi alle ore 9, poi il sabato santo – le stazioni – 1° Mostallino Giovanni; 2° Piras Grazia;  3° Mameli Maria; 4° Montis Carlino; 5° Ena Salvatore; 6° Basciu Pinuccio; 7° Mocci Fernando; 8° Collu Antonino; 9° Collu Lolluccio; 10° Cambarau Antonio di Luigi; 11° Corona Umberto; 12° Ena Eugenio fu Luigi; 13° Mocci Giovanni fu Basilio; 14° Piazza Chiesa, croce santa.

Alla fine delle Vie Crucis si dava a baciare il lignum crucis post bened. cum eodem.

 

Croce esposta alla 13° stazione , di fronte alla chiesa, appartiene alla famiglia Mocci, ora Maria, ma già del padre Giovanni e prima del nonno Basilio.

 

Per tanti anni, prima anche di Don Olla, erano i quadri della Via Crucis esposti in Parrocchia, Dott. Cherchi con l’acquisto di nuovi quadri li lasciò in custodia alle famiglie che ospitavano le varie stazioni.

 

Video-0007

 

 

29 marzo 2013  ore 20,30 – E’ appena finita la VIA CRUCIS – Bella, sentita, cantata, partecipata, commovente. Troppu Bella, grazie a tutti, a s’annu chi enidi. BONA  PASCA  A TOTTUSU penzendu puru ai is PUTZESUSU chi non funti in Bidda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su piriccu