storia verde

Il colore della storia c’entra e come se c’entra… Questa è verde, ma verde dalla rabbia ( il titolo giusto sarebbe: storia inc…ta).  Sentite questa: Ieri, dopo circa un mese ci siamo recati a Mont’e Idda per fare una passeggiata. Volendo verificare che fine ha fatto Sa rocca e’ Su Para, ci siamo inoltrati nel fitto della vegetazione e, con nostra grande sorpresa, abbiamo scoperto due nuovi siti visitati dai tombaroli: due tombe, lo scavo é abbastanza superficiale, ovale, di circa m. 1,50 per 1.00 m.; nel lato che poggia  alla parete più alta si notano i segni di una piccozza (si proprio una piccozza non un piccone! lavoro di specialisti). Nella parete alta dello scavo si intravvedono ossa, tra il terriccio rimasto cocci di un recipiente di terracotta

DSC03251

come si può vedere dalla foto. Vicino anche pezzi di terracotta appartenente a qualche vaso (più grossa). Lo scavo, secondo noi che non siamo esperti, è stato fatto non più di un mese fa. L’ultima volta che siamo venuti la forestale in servizio nella zona ha visto il mezzo ed è venuta a trovarci. Un nostro amico che stava giu’ della collina è stato perquisito (si proprio perquisito!). Sono venuti su e amichevolmente ci hanno detto che per fare pulizia dei sentieri è preferibile chiedere l’autorizzazione alla Sopraintendenza (il sito è vincolato). Giusto. Sacrosanto. Ma quello che ci fa incavolare è che secondo i nostri calcoli il lavoretto è stato fatto più o meno in quei giorni….

 

 

 

 

 

Tags:

Informazioni su giancollu