San Giorgio – Sant’Iroxi — Santa Assuina – Santa Suia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scansione0450 scansione0411 scansione0425

 

 

@Nonostante le crisi e il tempo che passa, LE TRADIZIONI RESISTONO, grazie al sacrificio dei tanti comitati. BUON SAN GIORGIO e SANT’ASSUINA. @Questa domenica si celebra la sagra di San Giorgio, il cui culto fu introdotto in Sardegna in epoca bizantina. La piccola chiesa risale probabilmente all’undicesimo secolo, perchè di esso fa menzione in un documento medievale che rivela come il giudice di Cagliari Torcotorio de Unali, nell’anno1080, donò la chiesa di San Giorgio col terreno circostante ai monaci benedettini del monastero di San Vittore di Marsiglia perchè vi stabilissero una loro comunità. A quei tempi la stagno di Santa Gilla arrivava sotto la chiesetta di San Giorgio e il fiume Mannu si fermava appena sopra, confluiva nello stagno assieme al rio Is Paragallus ( Is para francesus,i monaci di Marsiglia, esperti in bonifiche idrauliche).La costruzione, il cui nucleo principale è in stile romanico, è stata modificata nei secoli con l’aggiunta di altri corpi strutturali e con restauri di elementi architettonici. Un curioso particolare è la presenza nella copertura di un certo numero di tegole romane, forse provenienti da qualche antico edificio del luogo. All’interno della chiesa si ammira un’interessante pala d’altare, le cui pitture furono nel passato ritoccate da mani inesperte che ne hanno messo in ombra il valore e la bellezza.Domani, domenica 19 maggio, si celebra la festa con grande concorso di folla secondo un cerimoniale folkloristico che comprende le solite funzioni religiose, l’OFFERTA DEL PANE A TUTTI I PRESENTI E POI IL CARRO DEL PANE, CON TRACCAS E CAVALIERI CONTINUA LA DISTRIBUZIONE, GIRANDO LE STRADE DEL PAESE.                   

 

 

Informazioni su piriccu