PRO LOCO DECIMOPUTZU

    Con l’approvazione del bilancio di previsione si è presentato il nuovo Consiglio di Amministrazione della Pro Loco di Decimoputzu a cui abbiamo espresso l’augurio per  un proficuo lavoro soprattutto nella materia che ci interessa. Abbiamo inoltre constatato che anche altri hanno idee comuni alle nostre: infatti Maurizio ha parlato dell’utilità che le nostra chiese fossero dotate all’esterno di una presentazione: idea che abbiamo appoggiato suggerendo di chiedere che il Comune faccia sistemare una targa che riporti per sommi capi i dati principali del monumento (dati storici,  interni ecc.). Altro lavoro interessante sarebbe ripristinare i Menhir di Perda Si giacenti al suolo in una siepe: con pochissima spesa e con il consenso del proprietario del terreno potrebbero essere sistemati lungo il bordo del terreno magari lungo la strada senza che intralcino il lavoro dei campi.perda si

Ricordiamo che i menhir abbattuti e spostati lungo la siepe che si vede nello sfondo della foto sono 4  di cui due di m. 2,50, uno di 2,35 e uno di 1,90. Sarebbe un atto di omaggio per i nostri antenati che per poter realizzare il sito trasportarono per tanti chilometri queste pietre. Non sono  certo da paragonare ad altre ma c’è da dire che gli altri menhir della Sardegna avevano la materia prima a portata di mano: bastava una leva,  tirare su la pietra ed il lavoro era fatto, i nostri invece dovevano sudare le sacrosante sette pelli per trasportarle con chissà quali mezzi dalle nostre colline distanti 7 – 10 Km..

 

Informazioni su giancollu