LE CHIESE RUBATE

E’ stato notato che in alcuni sIti Internet dei comuni attorno a Decimoputzu si parla di località e chiese geograficamente appartenenti al territorio del nostro paese come facenti parte della tradizione storica propria. Mi riferisco principalmente a:S.GIORGIO

SAN GIORGIO: il Tola parla della sua donazione ai Vittorini nel 1089: Passi che questo autore (e anche il Coroneo) abbia riportato l’avvenimento in questi termini ma non passi che chiunque e dico chiunque parlandone non abbia la decenza di aprire una parentesi o non riporti una nota per spiegare che si tratta di S.Giorgio di Decimoputzu. Solo il F.Fois (il re delle proiezioni ortogonali alla lavagna) ci da’ soddisfazione. Addirittura nel sito di Decimomannu attribuiscono diversi territori con ritrovamenti dei paesi circonvicini al loro patrimonio archeologico. Parlando dei "primi abitatori" menzionano gli insediamenti di "Cuccureddus" (Villaspeciosa); Cilixianu (Decimoputzu_Villaspeciosa); Mitza Purdia (Decimoputzu e non c’entra Villaspeciosa); Copricapo piumato scoperto a Decimo (ma candu?  è stato ritrovato in via Su Nuraxi a   Decimoputzu); Monte Arcosu (Uta); Mont’e Idda ( Decimoputzu, certo che Villaspeciosa non è lontana ma Decimomannu e più lontana ancora). Solo ne "l’origine e posizione" finalmente parla di Fois che "avanza l’ipotesi che la chiesa Vittorina di S,Giorgio indicata in agro di Decimo sia in realtà la chiesa omonima che si trova a Decimoputzu". Hanno dimenticato l’abbacadabra per spostare le chiese qui e là…..Anche l’abigeatario quando ruba le pecore e le mescola al suo gregge   dice che sono tutte sue….S.Giorgio di Decimoputzuretablo  SECONDO: S.Genesio (S.Ghinzu)  anche questa donata ai monaci Vittorini nel 1089. Anche di questa si sono appropriati i decimesi. Due sono le ipotesi : o era nel sito cosidetto in agro di Decimoputzu con ritrovamenti documentati da Ugas  nuragici, romani e medioevali oppure nel sito  S.Inesu  località tra Uta e Assemini  alla confluenza del rio Mannu col Cixerri:

TERZO. S.Maria de su Templu-località Zippeddu  (che induce a pensare alla sua appartenenza ai templari sino alla soppressione dell’ordine) che sempre Decimo identifica con S.Maria di Gippi : la cosa è un po’ zoppa: se è così detta (cioè della curatoria di Gippi) non può essere della curatoria di Decimo; inoltre nella sua localizzazione (le macerie sono completamente scomparse mentre sussistono quelle di S.Seda le cui macerie sono state pubblicate in altri tags) in forza di carte ugualmente già pubblicate è chiaramente da attribuire al villaggio di Gippi Jossu- curatoria di Gippi – territorio di Decimoputzu.Carta Curatoria di Gippi

QUARTO: S.Sofia (S.Assuina – S.Suia) anche questa ubicata da alcuni studiosi in agro di Villasor da cui sono state estratte una stele greca e una coppia di mensole-architravi tutte con iscrizioni e dediche. Il sito  è in località Sa Fraighedda-Perd’e Mereu, già trattato in altri tags, è spudoratamente in agro di Decimoputzu: nel sito di Villasor  se ne parla facendo un minestrone con la chiesa di S.Maria di Gippi "di cui sarebbero conservati dei frammenti marmorei con iscrizioni in greco…" ecc.  Bah…S.CROMAZIOS.CROMAZIO

QUINTO e ultimo (per ora): S.Cromazio edificio religioso nel sito Bidda Yssu, paese disabitato in affitto al comune di Decimoputzu per  2 lire alfonsine al Comune di Pisa. Gli affittuari erano vecchi abitanti di Yssu trasferiti a Decimoputzu. Molte pietre di S.Cromazio sono state utilizzate per la costruzione di S.Platano….!!!!!???? Da notare inoltre che Bidda Yssu apparteneva alla curatoria di Gippi. Nel 1374 il territorio viene assegnato a Villaspeciosa e pertanto entra nella curatoria di Decimo (altro scippo). Queste errate attribuzioni  se così possiamo chiamarle si sarebbero potute evitare con un pò di buon senso da parte dei curatori delle stampe che trattano la materia,  con opportune parentesi o aprendo delle note per ilustrare l’esatta attribuzione. Chi inserisce nei siti le notizie del proprio paese ci marcia e si attribuisce fatti e notizie distorte. Un’ultima cosa: quando abbiamo parlato del nostro interessamento all’archeologia di Decimoputzu con docenti o esperti la domanda ricorrente è stata: Ma chi vi segue? chi è l’esperto che vi indirizza? Ora io mi chiedo: chi è il Tutor dei Tutors?

Perchè come dice il saggio: SOLO CHI NON SA DOVE STA’ ANDANDO PUO’ ARRIVARE LONTANO      

Tags:

Informazioni su giancollu