L’ALLUVIONE DEL ’17 A DECIMOPUTZU

In questo periodo si stanno verificando a ripetizione piccole grandi alluvioni in zone circoscritte attorno al territorio del nostro paese (Capoterra e Medio Campidano). Si avvicina anche per noi la ricorrenza del 17 novembre 1898 data in cui Decimoputzu rischiò di sparire. Mi rifaccio quì ad un servizio per "Un passo avanti" effettuato con Gigi : intervistammo nel 1970 tutti quelli che nel 1898 c’erano.

TITOLO DEL SERVIZIO DEL 1970

                        titolo del servizio del 1970

 Il 17 novembre 1898 era un venerdi: Racconta sig. Piras Luigi che allora aveva tre anni: "Cominciò a piovere il mattino presto, la gente si recava in campagna per arare o seminare. Era un solo tuono e un solo bagliore e cessò a mezzanotte del 18: L’acqua de s’Arrixeddu arrivò fino in via Grande e quella di Riu ‘e  Matta giunse a pochi metri, cosicchè le due fiumane per un pelo non si congiunsero.

F.MANNU

            Il fiume Mannu il 4 novembre giorno dell’alluvione a Segariu e dintorni: prima ondata

La popolazione non si fidava a stare nelle proprie case fatte di ladiri, preferirono rifuggiarsi in chiesa.  Il paese era isolato perchè l’acqua aveva spazzato via le strade di comunicazione.

F.MANNU

           Fiume Mannu il 4 corr. la piena ingrossa sempre di più l’alveo del fiume. Trasporta canne           bottiglie tronchi scaldabagni bombole TV bacinelle buste di plastica  e tante altre cose                                        

 

Molti capi di bestiame furono travolti dalla piena, Il fiume Mannu portò alcuni cadaveri provenienti da paesi a monte. 

F. MANNU

            Fiume Mannu: ormai l’acqua copre la golena 

 Durante l’intervista tutti rivivevano quei momenti con una voce tremula di pianto, commossi ancora dopo 72 anni dall’avvenimento sconvolgente.

F.MANNU

            Fiume Mannu la piena è sempre più forte

 Intervistammo Piras Luigi (trintatresi) Cristina Collu (nipote di M.G.Stazzu) Cambarau Ignazio a. 76, Salvatore Piras a. 88, Serafino Podda a. 73, Angela Cabitza, Secci Salvatore (lolloi) a. 85, Tullio Basciu, Salvatore Melis (Ziu Srabadoi) a. 79, Grazia Piras, Veronica Podda a.94 e altri che non ricordo. 

 

F.MANNU

                     Fiume Mannu un germano reale lotta con la corrente

Fino a qualche decennio fa gli alunni delle elementari assistevano ad una messa in ricordo dell’avvenimento e gli anziani cercavano di trasmettere ai giovani la necessità di festeggiare come se il paese fosse stato miracolato.

FIUME MANNU

              Fiume Mannu: una nutria lotta con la corrente

Tutti quelli sugli "anta" ricordano l’affresco sul soffitto della nostra chiesa parrocchiale che ricordava l’avvenimento: noi bambini eravamo terrorizzati-affascinati da quella massa di gente scalza che portava in braccio bambini e anziani  verso la chiesa sullo sfondo e in alto sopra il campanile una Madonna delle Grazie come ad accogliere la moltitudine.

 

F.MANNU

Veramente un affresco drammatico  fatto sparire dall’autorità inappellabile della Sovraintendenza  (che ha diretto i lavori di restauro). 

 F.MANNUF.MANNU

Il grottesco di tutta la faccenda è che in paese persiste la siccità: in Pranu i terreni che vengono arati portano ancora su la terra asciutta, la falda acquifera dei pozzi è sempre allo stesso livello…

 

Informazioni su giancollu