CONFRADIA – CUNFRARAS

Un evento veramente notevole nel 2014, secondo me, per Decimoputzu è stato il ripristino della Fondazione della Confraternita del Rosario.cunfraras 013

PASQUA 2014: S’INCONTRU

Alziator  descrive la Confraternita: fondata il 16 giugno 1576.Abito bianco guarnito di frangia e contornato di bordo nero.Placca di tela con l’immagine della Vergine. Certo la nostra non sarà stata fondata nel 1576 ma, assicura don Gianmarco, più o meno nello stesso periodo di quella di Villaspeciosa (1712 !). Per stabilirlo si  stanno effettuando ricerche. Vuiller dice che  la più celebre e antica è la Confraternita del Rosario e risale al 1334 (gli Aragonesi sono arrivati nel 1324: non credo che si siano messi subito a fare Confraternite: avevano altro a cui pensare….)20

Pasqua anni ’50: S’incontru. Si riconosce ziu Raffiebi s’aradadi, cunfrara storico….

Sparirono per qualche decennio negli anni ottanta subito dopo la festa di S. Basilio. Ci fu un malinteso tra don Liggi e is Cunfraras per questioni di rimborsi spese. Siccome non si mettevano d’accordo un obriere (Luigino Piga),  si offrì di pagare il servizio e così si ricompose la disputa. Dopo una settimana comunque la Confraternita si sciolse.

Componenti si ricordano: Rammundu Munzittu, Ziu Tarrà tarrà, Orrù Giuseppe (Troddiadori), Ziu Giosuè Manca, Raffiebi Marongiu (s’aradadi), Ziu Cellestiu, Ziu Appiu Mocci(via Villaspeciosa), Giuanni Mocci (via Chiesa),  ziu Laurinu Spada, Usai Sebastiano, ziu Angiulliu Massa (priore) la cui moglie zia Zeraffia aveva il compito di togliere il velo alla Madonna in S”Incontru.

scansione0002

N.S. delle Grazie: anni ’50 ziu Tarrà Tarrà, ziu Rammundu Munzittu, Orrù Vincenzo

L’attaccamento dei componenti alla Confraternita si manifestava sia nel comportamento durante il servizio, nel  condurre una esemplare vita Cristiana , fino alla morte: la maggioranza di essi veniva tumulata con la veste dell’ordine (ziu Rammundu senz’altro).

Testimonianza di ziu Ninnu Piras: tra i componenti ziu Boccallellè, is fradis Orrù. Io l’ho fatto una volta sola. C’era ziu Peppinu Matta (c’è ancora!!!!!), ziu Elligiu Matta ecc. La cappella de is Cunfraras era l’ultima in fondo a sinistra dell’altare. Una volta all’anno si faceva “sa circa” cun sa bettua per le piccole spese. Una volta ziu Ninnu stava facendo il suo servizio di fisarmonicista per sa Candelora in casa di ziu Eugenio Ena “s’arriccu” e assistè alla richiesta del Priore del rimborso spese all’obriere per il servizio.varie 2014 049

Pasqua 2014: ziu Peppino Matta sempre sulla breccia!… è anche Presidente dell’Associazione Combattenti e Reduci

varie 2014 044

Pasqua 2014,  via Crucis

 

cunfraras 025              Pasqua 2014: placca di tela sulla  cappetta nera con l’immagine della Vergine

Ogni paese aveva la sua.  Iglesias ha la confraternita del Santo Monte con l’abito avente come elemento più evidente “sa visiera” un candido cappuccio che copre il volto del confratello.

Serramanna aveva sia quella del Rosario (is cunfraras biancus) che quella delle Anime (cunfraras arrubius).cunfraras 017cunfraras 016cunfraras 014mag.giu.2014 041

Quest’ultima foto è della Processione di San Giorgio – Le altre sono fatte durante S’Incontru Pasqua 2014: Si rinnova ogni anno in sa  Cabadroxia con i tre inchini delle Statue,   il velo del lutto  della Madonna che viene calato, la fucileria (sostituito dai  più pratici guettus) e il rientro in Chiesa.

Esistevano ancora, cita l’Alziator, l’Arciconfraternita di Santa Caterina, del Santo Cristo, quella immortale di sant’Efisio, di San Giorgio, quella di San Giovanni o della Solitudine, quella d’Itria, di santa Lucia, di santa Restituta,  del Sepolcro, del Santissimo Sacramento, degli artisti e forse tanti altri.cunfraras 012

Pasqua 2014: s’Incontru appena prima dei tre inchini

Comunque una bella realtà: sempre presenti nelle processioni e ai sepellimenti…

COMPLIMENTI AI SOCI!

Informazioni su giancollu